Giovedì, 18 Gennaio 2018 08:32

Tre forchette 2018

TRE FORCHETTE dal Gambero rosso.


Arrivano i riconoscimenti, “il Gambero è il primo che si è accorto di noi” dice, e poi arriva anche la Michelin. “Per un posto di periferia è molto importante perché ti dà la possibilità di far vedere quello che fai ed avere una squadra motivata”. Chi arriva in cucina da Pascucci ora sa quale è il tipo di lavoro che lui sta portando avanti, ed è proprio quello a cui punta. Un esempio è un altro piatto: il calamaro scioccato, che richiede più di 10 passaggi “prima mi prendevano per matto, poi hanno capito che quel che gli chiedevo di fare era la cosa giusta. Il riconoscimento esterno serve anche a questo. A dare forza alle tue idee”. E a spostare una clientela anche da altre zone.
Pascucci al Porticciolo a Fiumicino (Rm): 54 punti. 17 per la cantina, 17 per il servizio e 2 di bonus.  Il mare è fuori e dentro ogni piatto che lo chef crea, le materie prime al di là che siano povere o di gran ricerca vengono esaltate non solo sul versante del gusto, ma anche per consistenza e sembiante. La sala poi è l’eco puntuale di tanto expertise.